Disturbi dell’umore

Disturbi dell'umore saronnoI disturbi dell’umore sono delle alterazioni del tono affettivo e del comportamento interpretabili come una risposta esagerata alle emozioni che si affrontano quotidianamente. Possono riguardare i sentimenti di tristezza e distacco emotivo che caratterizzano la depressione oppure lo stato di esaltazione e irritabilità della mania.

I principali disturbi dell’umore sono:

Depressione

E’ un disturbo dell’umore caratterizzato da un insieme di sintomi cognitivi, comportamentali, somatici ed affettivi che, nel loro insieme, sono in grado di influenzare in maniera da lieve a grave il tono dell’umore, compromettendo il funzionamento di una persona, nonché le sue abilità ad adattarsi alla vita sociale. Tutte le forme di depressione hanno in comune una marcata tristezza e umore depresso per la maggior parte del giorno. Durante le fasi depressive si possono riscontrare anche insonnia (o ipersonnia) e perdita (o aumento) di peso.

Dal punto di vista psicofisiologico, le persone affette da depressione denunciano agitazione o un vero rallentamento psicomotorio. I pensieri possono avere caratteristiche autosvalutanti, sfiducia nei confronti del futuro e con presenza di sensi di colpa eccessivi e immotivati. Si riscontrano spesso difficoltà di attenzione, indecisione e, nei casi più gravi, pensieri ricorrenti di morte.

Depressione post partum

Questo disturbo è più frequente di quanto si creda. Ricerche internazionali indicano che ogni 10 neomamme, una o due soffrono di depressione postnatale. Le madri affette da questa patologia provano una eccessiva preoccupazione o ansia, sono estremamente irritabili e si sentono sovraccariche e sotto pressione; è spesso presente una generale difficoltà nel prendere decisioni, l’umore è depresso, sono frequenti sentimenti di colpa e perdita di speranza nel futuro e una marcata perdita di interesse o di piacere nel fare le cose. Può essere presente una compromissione del sonno e dell’appetito; possono comparire sintomi fisici (solitamente dolori, parestesie, debolezza muscolare). Alcuni sintomi specifici riguardano la relazione madre-bambino e spesso acuiscono nella madre sentimenti di colpa, vergogna e inidoneità al ruolo di madre. In particolare è molto frequente:

  • considerare il bambino come un peso
  • non provare emozioni nei confronti del bambino
  • sentirsi inadeguate nella cura del bambino, avere paura di restare sole con lui
  • pensare di essere madri e mogli incapaci
  • non riuscire a concentrarsi nelle cose quotidiane, che hanno a che fare con l’interazione con il bambino.

I modelli culturali e la società in genere comunicano alle future madri e alle neomamme il mito della maternità, ovvero l’erronea immagine di una madre perfetta, sempre gioiosa e padrona di ogni situazione, immagine in verità poco realistica e colpevole di favorire la nascita del senso di inadeguatezza nelle neomamme.
Leggi l’articolo di approfondimento su questa tematica

Disturbo bipolare

disturbo dell'umoreè un disturbo mentale che implica profonde alterazioni dell’umore accompagnate da gravi alterazioni delle emozioni, dei pensieri e dei comportamenti di un individuo. Le emozioni di una persona affetta dal Disturbo bipolare possono passare in tempi rapidi da un profondo stato depressivo ad un’eccitazione smodata, senza nessuna ragione apparente. Nella fase maniacale, il disturbo si manifesta tipicamente in forme di disinibizione marcata e in altri comportamenti eccessivi e socialmente inappropriati. Al contrario, le fasi depressive possono risultare talmente gravi da portare anche ad episodi di autolesionismo.

Visita la pagina dei contatti per chiedere ulteriori chiarimenti o per fissare un primo colloquio gratuito per approfondire le tematiche relative ai disturbi dell’umore con la dott.ssa Paola Marinoni psicologa e psicoterapeuta con studio privato nella città di Saronno.